Dal sito Parco Aurunci: Il Monumento Naturale di Montecassino si estende su 694 ettari ricadenti interamente nel Comune di Cassino, e comprende tutto il rilievo del monte omonimo situato a propaggine meridionale del massiccio di Monte Cairo appartenente alla catena delle Mainarde (Appennino centrale).

La storia antica e recente non è passata silenziosamente in queste zone di grande valore spirituale, come anche di notevole importanza strategico/militare. In particolare, gli ultimi eventi bellici hanno contrassegnato fortemente il territorio, tanto che percorrendo le strade e i sentieri, si ha l’impressione di rivivere la storia. Salva ed esci

Il massiccio carbonatico di Monte Cairo di cui è parte il territorio del Monumento di Montecassino è ricco di grotte e doline carsiche tipiche della catena appenninica. Le acque meteoriche responsabili di questo fenomeno, alimentano le sorgenti del fiume Gari, visibili presso la villa comunale di Cassino.

Le grotte e le cavità inoltre costituiscono un altro capitolo della storia, dai briganti agli sfollati della guerra, esse spesso nascondono le tracce di un passato difficile.

Molte delle aperture carsiche della zona sono state completamente ostruite dai numerosi bombardamento avvenuti fra il 1943/44, spesso seppellendo macabramente gli ignari occupanti, sfollati dal paese di Cassino come evidenziano le numerose testimonianze storiche.

Importante è la superficie boscata, per lo più costituita da bosco misto di roverelle, carpini neri, aceri opalo e campestre, sorbo ecc. a seconda dei versanti su cui ci si trova. Molto sviluppata è per esempio la lecceta nei versanti a nord, si tratta di alberi per lo più giovani a causa del massiccio disboscamento dovuto all’uso del bosco per legna da ardere.

Negli anni susseguenti la ricostruzione, l’intervento dell’uomo ha contribuito alla comparsa di numerose altre specie arboree alloctone come testimoniano i numerosi esemplari di conifere.

Dalla zona si gode di un ottimo panorama sulla Valle del Liri, Monte Meta sulla catena delle Mainarde e i Monti del Matese, il Parco di Roccamonfina e la catena dei Monti Aurunci.

Percorsi senza obbligo di guida

E’ possibile effettuare i percorsi natura all’interno del parco con le seguenti modalità:

Trekking su percorsi indicati nella cartellonistica e tracciati anche dal CAI

Bike su percorsi indicati nella cartellonistica e tracciati anche dal CAI

Prossimamente sarà possibile anche a cavallo con noleggio direttamente sul posto.

Prenota - informazioni

Trattamento dei dati personali

7 + 10 =

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi l'informativa completa QUI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi